Pianificare: un navigatore per gli obiettivi

Quest’anno ho per la prima volta utilizzato un’agenda planner, con tante sezioni per tenere sotto controllo i progetti, il lavoro di squadra, le cose da fare, spunti per la riflessione su sé stessi e su quello che si vuole fare, e che è pure arancione.

planner

agenda planner

Un bel planner (http://www.actionday.com), che ho però sfruttato poco.

Prima di comprarne un altro, mi sono fermata per farmi qualche domanda – cosa che faccio spesso – e questa volta ho cercato anche di darmi qualche risposta – cosa che, invece, non faccio quasi mai; perché nel percorso di ricerca mi distraggo, apro tante parentesi, prendo strade diverse, e alla fine mi perdo senza ricordare da dove ero partita e dove volevo arrivare.

Per evitare al mio cervello di seguire tutte le potenziali diramazioni che il discorso poteva prendere, ho deciso di fare un elenco. Vediamo se riesco ad arrivare in fondo senza troppe divagazioni.

Non ho usato il planner perché:

  • Quest’anno è cambiata la mia vita

Mi sono licenziata e sono passata da giornate con ritmi frenetici e orari stabiliti (diciamo variabili tra le 7 del mattino e le 7 di sera) a giornate dove il tempo si è dilatato, non ho orari fissi, non ho impegni fissi, non ho – soprattutto – un lavoro fisso.

Pensavo che il planner mi servisse a mettere in ordine le idee, invece mi è servito a capire che ne avevo troppe, troppo vaghe, troppo confuse: stavo cercando di costruirmi una zattera mentre contemporaneamente tentavo di stare a galla in un mare agitato. Prima dovevo tornare a terra, per poi pianificare la rotta di navigazione.

Lo so: con le metafore sono una frana, se ve ne viene in mente una migliore, vi prego di suggerirmela 😀

Ha senso?

  • Ho scelto il planner senza pensare

Per essere precisi, ho scelto senza sapere esattamente a cosa mi servisse.

Non avendo ancora un’attività, mi sono orientata su qualcosa che mi ispirasse, che avesse un layout semplice, che fosse facile da utilizzare. Ah, e che fosse colorato 🙂

planner

in the morning: planning for breakfast

Quello che ho scelto è perfetto se:

  1. lavori in team. Io, al momento, sono sola e posso giusto delegare le cose ad una delle altre “me”.
  2. lavori in ufficio, con orari “standard”. Io lavoro (o almeno ci provo…) da casa, senza orari da rispettare, senza timbrature o pause dai minuti contati. Questo planner va dalle 7 del mattino alle 8 di sera, dal lunedì al venerdì, con solo qualche riga per sabato e domenica. Perfetto se sei un Manager in carriera, non se sei una Beuf che pensa di notte e dorme di giorno (non è vero: dormo anche di notte. Diciamo che penso mentre dormo. Quindi, dormendo sempre, combino poco. Però penso tantissimo :mrgreen: )
  3. Hai già dei progetti definiti, sai dove stai andando o, almeno, dove vorresti andare. Io ci ho messo 6 mesi a capire dove sono, figuriamoci se sapevo dove ero diretta.

E questo ci porta al nocciolo della questione, e cioè

  • Non avevo fatto la cosa più importante: stabilire gli obiettivi.

Ho lavorato per 13 anni organizzando le mie giornate per raggiungere gli obiettivi di qualcun altro. Una volta rimasta a casa, non ho pensato a quanto fosse importante fissare bene i miei.

Sapevo che cosa volevo fare, ma non ho mai fatto na cosa che tanti consigliano: scriverlo, fissarlo su carta, renderlo vero.

Avevo in mente qualcosa come quando sei bambino e pensi “voglio fare la ballerina”, anzi no, io volevo fare “la segretaria, che risponde al telefono e dice <il dottore non c’è>”. Una di quelle cose che sono perfette nella tua testa e sembrano possibili finché non ci pensi seriamente.

A plan not written is just an ideaDwain Shady

 

A goal without a plan is just a wishA. de Saint-Exupéry

Ora, i miei obiettivi non sono fissati, ma sono molto nebulosi di quando ho iniziato e i progetti – sempre velati da un filo di utopia – se non altro si stanno mettendo in ordine (al momento sparso, ma conto a breve di dare un senso anche a questi).

Con le idee più chiare su quello che mi serve, mi sono avventurata alla ricerca di un nuovo planner, e ho trovato questo: Passion Planner

Naturalmente, l’ho comprato a prezzo pieno, registrandomi sul sito per ricevere eventuali aggiornamenti.

Il giorno dopo ho infatti ricevuto la puntuale e-mail con cui mi annunciavano che tutti i planner erano a metà prezzo. Quanto a tempismo, non sono mai stata particolarmente dotata (si dice?, cioè, intendo… si dice “essere dotati di tempismo”?).

Comunque, questo nuovo avrà:

  • 7 giorni 7 con l’orario dalle 6.30 alle 22.30. Niente sabato o domenica più corti: già da tempo non esistono più i festivi. Nel 2016 si è lavorato tanto, nel 2017 ci supereremo. (soprattutto, se devo andare a fotografare un evento dopo cena, qui posso inserirlo…)
passion planner

image from www.passionplanner.com

  • una sezione per il focus della settimana. Che, forse, sarà la parte più difficile, perché implica stabilire le priorità, cosa in cui (oltre al giardinaggio, all’impacchettare regali, alle metafore e al tempismo) sono negata.
  • una sezione “cose belle che sono successe”. Questo mi piace molto, perché obbliga a pensare positivo.
passion planner

image from www.passionplanner.com

  • Una sezione dedicata alle cose da fare personali e lavorative, ancora divisa per priorità. Il mio obiettivo è continuare a compilarla oltre le prime tre settimane.
  • Uno spazio dedicato alle “infinite possibilità”. Mi piace pensare di avere “infinite possibilità” 😉
  • Tante altre cose, che vi consigli di guardarvi direttamente sul sito.

Mi arriverà, credo, a fine mese, che può sembrare presto, visto che a fine anno mancano ancora 4 mesi, ma che mi darà il tempo di scriverci tutte le date e le occasioni importanti, visto che ho scelto la versione senza data. Conoscendomi, lo farò comunque gli ultimi 3 giorni di dicembre, ma impiegherò tutto il restante tempo a decidere che colore usare, se scrivere in stampatello o corsivo, scusare una penna o un pennarello… insomma, cose che a 44 anni sono ancora fondamentali.

E voi, come pianificate i vostri obiettivi? 🙂

 

2 thoughts on “Pianificare: un navigatore per gli obiettivi

se vuoi, scrivimi cosa pensi :)