Benvenuti a Beufville

Sono entrata in loop.

Il mio primo post avrebbe dovuto essere di benvenuto in questo sito, creato per accogliervi e farvi vedere quello che so fare.

Mentre impostavo layout e caricavo cose a caso, mi sono accorta che più che quel che so fare, forse avreste visto quello che non so fare – a parte il giardinaggio, intendo, per cui sono particolarmente negata, nonostante mia mamma si ostini a regalarmi piante e piantine presa dal suo ottimismo e fiducia nel prossimo.

Concordo con chi dice che se vuoi che qualcosa sia fatto bene devi rivolgerti ad un professionista. Ma, si sa, tra tutorial, workshop e lezioni online, ormai tutti pensiamo di sapere e potere fare di tutto.

Anche io.

Lasciando da parte il giardinaggio, per cui nemmeno con “gardening for dummies” (giuro, ho comprato il libro) ce l’ho fatta, mi è venuto il dubbio che quando ti dicono internet per tutti, crea il tuo sito con due click mentre stiri (oppure nella versione upper class crea il tuo sito mentre giochi a golf), impara tre lingue dormendo, come aprire un negozio di scarpe per cani e fare i soldi senza fatica… forse non sono proprio proprio sinceri.

Ecco, voi sicuramente già lo sapevate.

Io sono un’accanita sostenitrice del fai-da-te, perché mi dà possibilità infinite di imparare cose nuove, ma bisogna anche sapere quando fermarsi. L’ho capito tanti anni fa, quando – in attesa di fare l’esame per la patente – sono finita in un campo guidando la macchina di mia zia, una Renault 4 con cambio al cruscotto e freno a mano sotto il volante (la macchina, non mia zia…).

Tutta questa premessa per dirvi che dovrete aspettare ancora un po’ prima che il sito diventi funzionale, che non sono brava a potare le rose, ma sono discretamente brava a parlare tanto, a fare foto e a immaginare un mondo migliore senza l’aiuto di droghe.

Benvenuti a Beufville, nello Stato Libero di Bèufland.

Beuf

7 thoughts on “Benvenuti a Beufville

se vuoi, scrivimi cosa pensi :)